ParaSite at Gessnerallee Zürich

PARASITE

Nell’ambito del secondo ciclo del teatro Gessnerallee, il Kollektiv F96 crea con «PARASITE», curato dall’artista e organizzatrice di eventi Lhaga Koondhor, una sorta di parco giochi, un laboratorio per gli artisti e gli operatori attivi nei più diversi settori. Dal 4° dicembre, sono pubblicati online, a intervalli regolari, contributi di varia natura che riflettono sulle strutture parassitarie e i movimenti sociali. 

In che modo il pensiero parassitario può spezzare i meccanismi di strutture ormai note e consolidate?  Che cosa nasce e fuoriesce da tali spaccature, e come?  «PARASITE» riflette sulla figura del parassita, inteso, da un lato, come elemento dannoso, ma dall’altro anche come generatore di impulsi che portano al cambiamento e alla coevoluzione.  Che cosa possiamo trarre da questo concetto ambivalente, nell’ottica del saper vivere insieme sul piano culturale e sociale? In che modo possiamo far sì che tale fenomeno si riveli fruttifero? 

Per la durata di otto settimane, questo archivio parassitario temporaneo cresce e pulsa come organismo autonomo, sommerso da suoni coinvolgenti ed effetti ottici – per poi dissolversi e scomparire nel nulla. 

In ragione dell’attuale situazione, lo spazio virtuale offre un’alternativa all’attuazione del progetto nello spazio fisico.

Con la partecipazione di: Angela Addo, Tonie Brunschwiler, Aga Pędziwiatr & Rafał Pierzyński / DIVAS, Lara Jil Dreyer & Yunus Ersoy & Josef Mehling, Sarah Farina, Regine Helbling & Eva-Maria Würth, I-VYE, Noria Lilt, Miss Sheitana, Leila Moon, Fatima Moumouni, Paranoia City, Sally Schonfeldt, Deva Schubert & Juan Felipe Amaya Gonzáles, so sindse, Cinthya Soto Con il sostegno di: m2act – Il progetto di promozione e messa in rete del Percento culturale Migros per le arti della scena.

Illustrazione: © Kollektiv F96